Religioni e spazio pubblico - 2017

Alla ricerca di una guida

L'Occidente cerca un interlocutore unico, ma l'autorità nell'Islam è pluricentrica

19/06/2017 | Martino Diez

Quel documento sulla riforma che al-Azhar ha scritto e non pubblicato

Dopo la rivoluzione del 2011, al-Azhar ha prodotto una serie di documenti: sul futuro dell’Egitto (2011), sul sistema delle libertà fondamentali (2012) e sui diritti della donna (2013). Redatti da un gruppo di intellettuali e di ulema, questi documenti si propongono di rispondere alle questioni più dibattute nella società egiziana, delineando un consenso tra istituzioni religiose e pensatori laici. [...] Anche in questo caso, dalla fine del 2015 in avanti, si è riunito all’Azhar un gruppo di intellettuali e ulema per produrre un nuovo documento. Tuttavia, nonostante tre successive elaborazioni del testo, non è stato raggiunto il consenso necessario alla sua pubblicazione. [...]

19/06/2017 | Salah Fadl

Gli ulema sauditi, guardiani del cambiamento

Il teologo Ibn ‘Abd al-Wahhāb garantì ai regnanti sauditi la legittimità religiosa. I sovrani, a loro volta, concessero al chierico e ai suoi seguaci il monopolio dell’interpretazione dell’Islam. Esportata in tutto il mondo attraverso le ingenti risorse del regno, anche questa controversa dottrina ultraconservatrice ha dovuto misurarsi con la modernizzazione, che ha messo in crisi il patto fondativo e generato contrasti all’interno dell’establishment religioso.

19/06/2017 | Raihan Ismail

L’autorità musulmana incontra l’Europa. E si trasforma

Qualcuno ha descritto la situazione della leadership islamica nel Continente come un’“assordante cacofonia di voci”. Da decenni, le istituzioni di diversi Paesi faticano a trovare gli interlocutori tra un numero sempre più elevato di organizzazioni di moschee e associazioni religiose, imam autodidatti o legati a nazioni straniere. La frammentazione dei vertici, se problematica per le autorità europee, è però una risorsa per i suoi attori

19/06/2017 | Abdessamad Belhaj

Islam tedesco cercasi

In diversi Paesi d’Europa si dibatte sulla necessità di formare esperti religiosi in scuole locali, per evitare interferenze estere e l’azione di predicatori fai-da-te. A preoccupare è la diffusione non soltanto di idee contrarie all’integrazione delle comunità islamiche sul Continente, ma anche il rafforzarsi di ideologie radicali. Per evitare tutto questo, la Germania ha pensato alla creazione di istituti di Teologia islamica. Siamo andati a visitarli.

15/06/2017 | Rolla Scolari

Le religioni per uscire dalla crisi

Con la visita di papa Francesco si rafforza un obiettivo comune, ci dice un professore di al-Azhar. I leader musulmani e cristiani sono coscienti del loro ruolo, perché il mondo è in pericolo

27/04/2017 | Redazione

Estremismo: la responsabilità degli uomini di religione

La religione è la soluzione, e non una parte del problema. L’ignoranza degli insegnamenti religiosi è il principale motore dietro al fondamentalismo

07/04/2017 | Papa Tawadros II

“I testi sacri islamici non sono armi noleggiabili”

La crescita dell’estremismo coincide con la riduzione di una corretta comprensione della religione e del significato dei messaggi dei profeti

07/04/2017 | Ahmad al-Tayyeb, Shaykh al-Azhar

L’Islam deve riflettere su se stesso

Occorre porre fine al discorso reattivo che contribuisce alla diffusione del discorso ideologico in voga sul mercato dell’estremismo

07/04/2017 | Antoine Messarra
Padre Rafic Greiche

Libertà e cittadinanza secondo al-Azhar

“Anche se il discorso islamico sulla presa di distanza dal terrorismo resta apologetico, importanti passi sono stati fatti nella lotta all’estremismo”

07/04/2017 | Rafic Greiche

Non esistono minoranze, soltanto cittadini

Il documento di al-Azhar che invita a una rinnovata alleanza tra i cittadini arabi, musulmani, cristiani e di altra appartenenza

07/04/2017 | Grande Moschea di al-Azhar

I musulmani e i copti di Milano sulla visita del Papa

Abbiamo raccolto qui di seguito considerazioni e reazioni di membri della comunità islamica e di quella copta milanese sul viaggio del Pontefice in città

26/03/2017 | Redazione
Logo del progetto

Quale leadership per i musulmani

"Serve una leadership musulmana formata e coraggiosa, in grado di proporre un altro modo di vivere la fede"

22/03/2017 | Redazione

Al-Azhar e il Vaticano nella lotta contro il fanatismo, l’estremismo e la violenza in nome della religione

Il programma del seminario del Comitato congiunto per il dialogo tra il Pontificio Consiglio del Dialogo interreligioso e il Centro per il Dialogo di al-Azhar

10/03/2017 | Redazione

Il linguaggio dell’estremismo

Il discorso fondamentalista divide il mondo in due campi: quello del male e quello dei “veri” credenti

10/03/2017 | Hassan Mohamed Wageih Hassan

Il ruolo di al-Azhar nella lotta contro il fanatismo

Gli estremisti operano una lettura superficiale e selettiva delle fonti islamiche. I rimedi possibili

10/03/2017 | Muhyī al-Din ‘Afīfī Ahmad
Piazza Scanderbeg a Tirana, Albania

Alle periferie dell’impero: il “buono” dell’Albania

Nei Balcani è possibile "uno scambio vero con i responsabili della comunità islamica"

08/03/2017 | Marialaura Conte
Donne in Kuwait

La donna nell'Islam

Oggi si festeggia la donna nel mondo. Violenza di genere, introduzione nel mercato del lavoro e parità dei sessi al centro del dibattito nei Paesi musulmani

08/03/2017 | Redazione

Testo della dichiarazione degli ulema marocchini sull’apostasia

Traduzione di un estratto del documento redatto da leader religiosi marocchini sulla libertà di credo nell'Islam: "Credere nella libertà è credere nella forza della religione", scrivono

16/02/2017 | Marina Eskandar

I leader musulmani e il terrorismo

Il ruolo delle scuole teologiche tradizionali contro le falsificazioni dell'estremismo

14/02/2017 | Yahya Sergio Yahe Pallavicini
1 2

©2016 Fondazione Internazionale Oasis C.F. 94068840274 - email: oasis@fondazioneoasis.org - Privacy Policy - Credits