/application/files/6515/0877/0003/oasis_d0a3702f3ef84cd4990af10583f7be3e.jpg
close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
donazioni
Rassegna stampa

Rassegna stampa del 30 dicembre 2015

Notizie e commenti dall'Italia e dall'estero

Dalla stampa italiana

Lo Stato Islamico sembra perdere terreno. Ne parla Bruce Riedel, direttore dell'Intelligence Project della Brookings Institution, in un'intervista su Repubblica.

Ci sono regole in materia di sesso con le schiave nello Stato Islamico? Marta Serafini (Corriere) spiega la risposta della fatwa n. 64.

La violenza islamista non viene soltanto dal Medio Oriente. In Nigeria, Boko Haram ha preso di mira la città di Maiduguri entrando casa per casa e mandando al macello bambini kamikaze (Il Foglio).

La Stampa premium: “Specialisti” Hezbollah e 12 raid russi per eliminare il super-capo dei ribelli.

La pena di morte perde popolarità negli Stati Uniti, ma aumenta, dice Avvenire, in altri Stati, come Arabia Saudita, Iran e Pakistan. Il triste "record mondiale" è detenuto invece dalla Cina.

Quali conseguenze ci sarebbero per l'Egitto se l'Arabia Saudita entrasse, come sembra, in una profonda crisi economica? L'analisi di Affari Internazionali.

Dalla stampa anglofona

Per Hillary Clinton ci sono evidenze sufficienti per chiamare quello in corso in Medio Oriente "genocidio dei cristiani", riporta Politico.

Tensioni tra Stati Uniti e Iran dopo che quest'ultimo ha testato dei razzi troppo vicino, secondo The Guardian, a una nave da guerra americana.

Il Los Angeles Times racconta il difficile percorso di integrazione dei giovani musulmani in Europa.

I combattenti dell'esercito sciita di Hezbollah, basato nel sud del Libano, non hanno più voglia di combattere nella sanguinosa e infinita guerra siriana (The Daily Beast).

Dalla stampa francofona

Per L'Orient le Jour il colpo inferto a Isis con la riconquista di Ramadi è duro, ma non bisogna illudersi che la sua sconfitta sia vicina.

"La moglie di Samy Amimour - uno degli attentatori di Parigi - è una mia ex-allieva". Le Point racconta del professore che non è riuscito a convincere una sua studentessa a non partire per Raqqa.

Repotrage di Le Figaro: La Siberia, terra di reclutamento per jihadisti.

Video-ritratto (France24) di un combattente dello Stato Islamico ucciso in Siria. Era legato agli attentatori del Bataclan.

Nell'anno degli attentati a Parigi, si è registrato un forte aumento del razzismo nei confronti dei musulmani. Le Parisien fa un quadro della situazione.

Turchia: arrestato un jihadista accusato di essere infiltrato dello Stato Islamico ad Ankara (Le Point).

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Autorizzo l’utilizzo dei miei dati dopo aver letto e accettato le condizioni di utilizzo del servizio ai sensi della D.LGS. 196/2003

For insights and analysis subscribe to our biannual journal