/application/files/3915/0876/9927/oasis_afd3978a2bba641d5e2bf8aaabd63396.jpg
close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
donazioni
Rassegna stampa

Rassegna stampa internazionale del 20 novembre 2015

Dalla stampa italiana:

Linkiesta: La politica italiana ha un problema con l’Islam, scrive Alessandro Franzi, che ha intervistato Michele Brignone, segretario scientifico di Oasis.

Il Sole 24 Ore: Alberto Negri parla del destino di Raqqa ai tempi del Califfato" (ieri aveva invece insistito sulla Saudi Connection che frena la lotta a Isis)

La Stampa: l'editoriale di Stefano Stefanini "Gli errori da non fare dopo le bombe"

L'Espresso: Giovanni Tizian racconta "un giorno normale in una Capitale (Roma) blindata".

Dalla stampa anglofona:

Time: Assalto di islamisti armati ad un hotel di Bamako, più di 100 ostaggi.

The Guardian: La Camera dei Rappresentati americani ha votato a favore di un provvedimento che rende più difficile per i profughi siriani e iracheni entrare negli Stati Uniti. Il presidente Obama: "opporrà il veto".

Real Clear Politics: la candidata alle primarie democratiche americane Hillary Clinton risponde a Donald Trump e difende la scelta di far cadere Gheddafi in Libia

Wall Street Journal: lcome trattare Isis? E' effettivamente uno Stato? Il dibattito su questo tema al centro dell'articolo di Yaroslav Trofimov

Dalla stampa francofona:

Le Point International: 170 persone ostaggio in un hotel di Bamako, secondo fonti della sicurezza maliana gli assalitori sono arrivati a bordo di una auto con targa diplomatica

Rfi Le voix du monde: reportage, i militari francesi rastrellano il nord del Mali

Le Nouvel Observateur: dopo gli attentati di Parigi, in Francia si vagliano le opzioni sul da farsi in Siria

Le Point: l'attacco a Parigi di venerdì 13 e l'abbattimento dell'aereo russo in Sinai potrebbero forzare lo stallo raggiunto nella guerra in Siria

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Autorizzo l'uso di dati dopo aver accettato la privacy-policy

Per approfondimenti e analisi iscriviti al nostro diario semestrale