Rassegna stampa > 2017 > Pressing sui Paesi africani per bloccare la rotta del Sud

Pressing sui Paesi africani per bloccare la rotta del Sud

Rassegna Stampa 19/05/2017

Dalla stampa italiana

Pressing sui Paesi africani per bloccare la rotta del Sud
Vertice con i ministri di Libia, Ciad e Niger: “Ma l’Ue faccia la sua parte”. Minniti firma l’accordo con 80 sindaci del Milanese: “È un modello da esportare” (La Stampa)

Affari, politica e Islam, in Arabia Saudita attesa per la visita di Trump. Il presidente americano arriva nel pomeriggio con la sua famiglia. Riad spera di riguadagnare il ruolo di interlocutore privilegiato nella regione, che Obama aveva messo in crisi con l'accordo sul nucleare con l'Iran. Domani giornata di accordi economici: gli armamenti in primo piano, scrive Francesca Caferri, inviata di Repubblica a Riad.

Iran, oggi si vota il presidente. Ma nella capitale iraniana si rinnova anche il consiglio municipale. Viviana Mazza sul Corriere della Sera spiega chi sono Mohebi e Yalda, i candidati che sognano di cambiare Teheran.

Dalla stampa francofona

Il presidente francese Macron visita oggi le truppe in Mali, dove il conflitto contro le milizie jihadiste iniziato nel 2013 non è ancora stato risolto. Quattro anni dopo l'inizio delle operazioni militari francesi, la situazione resta difficile, scrive Libération.

La moschea-università di Al-Azhar sin Egitto è sotto pressione per "rinnovare il discorso religioso". Il grande imam Ahmed Al Tayyeb ha puntato molto sulla visita di Papa Francesco al Cairo alla fine di aprile per rafforzare la sua legittimità davanti agli stessi musulmani. Infatti, attaccato da islamisti e salafiti, è anche accusato dai laici in Egitto di diffondere idee estremiste (La Croix).

In Egitto, Il Cammino della Sacra Famiglia sarà presto riconosciuto come patrimonio dell'umanità dall'Unesco. Il riconoscimento, secondo Radio Vaticana, attirerà ancora più fedeli verso un luogo di pellegrinaggio già molto frequentato.

Rassegna della stampa anglofona


Thomas Erdbrink, corrispondente del New York Times a Teheran, ha attraversato l'Iran per registrare l'atmosfera prima del voto presidenziale di oggi e ha trovato un Paese con punti di vista diversi e stili di vita variegati.

Il neo presidente francese Macron in Mali per riaffermare l'impegno di Parigi contro le milizie jihadiste. Anche la stampa anglofona sottolinea come la situazione della sicurezza del Nord del Mali, nonostante la presenza di truppe francesi e internazionali, sia peggiorata. Da qui, l'importanza della visita del presidente, la prima in qualità di comandate in capo delle forze armate (Reuters).

Un nuovo ordine politico ed economico per l'Iraq. Un programma di riforme nel Paese potrebbe fornire un nuovo modello per il resto del Medio Oriente, scrive sul Financial Times Barham Salih, ex premier del governo regionale del Kurdistan iracheno ed ex vice primo ministro dell'Iraq (Paywall).

Che cosa è appena accaduto in Siria?, si chiede l'Atlantic a proposito dell'ultimo attacco americano che presumibilmente ha colpito forze sciite legate al regime di Bashar al-Assad.

©2016 Fondazione Internazionale Oasis C.F. 94068840274 - email: oasis@fondazioneoasis.org - Privacy Policy - Credits