Rassegna stampa > 2017 > Così la fame spinge a migrare, ma il 90% resta in Africa

Così la fame spinge a migrare, ma il 90% resta in Africa

Rassegna stampa 12/10/2017

Dalla stampa italiana

Così la fame spinge a migrare, ma il 90% resta in Africa. Rapporto Pam: è un fattore determinante. «Più conveniente intervenire alla radice». Rispetto ai flussi globali, in Europa e nel mondo ricco arriva una quota esigua di coloro che scappano (Avvenire).

«Ho salvato mio figlio (e molti altri ragazzi) dalle grinfie dell’Isis». Dimitri Bontinck ha raccontato in un libro la storia vera della sua lotta disperata per salvare il suo Jay imprigionato in Siria (Il Corriere della Sera).

Un'inchiesta spiega perché all'Islam in Francia tutto è perdonato. L’accusa di islamofobia è un’arma. Judith Waintraub ci spiega come la gauche ha sviluppato una “cultura delle scuse” (Il Foglio).

Dalla stampa francofona


Islam, laicità, il dialogo difficile. In questi giorni, diverse gruppi militanti laici hanno denunciato l'influenza di reti islamiste e, più in generale, l'influenza delle religioni nella società. Questa nuova spinta di tensione dimostra quanto il dialogo su queste questioni sia diventato più difficile dopo gli attentati del 2015 (La Croix).

Avete detto «islamismo»? Dopo essere stato per lungo tempo sinonimo di Islam, il termine «islamismo» è stato concettualizzato da diversi accademici francesi negli anni '70 e '80, senza che si arrivasse a una definizione certa. Ma media e politici si sono impossessati del termine senza tenere conto di questa incertezza (Libération).

Dibattiti e divisioni all'interno dell'Akp in Turchia. Mentre nel Paese si rinforza l'autoritarismo, il partito di Erdogan è scosso da dibattiti interni sull'avvenire del movimento (Orient XXI).

Dalla stampa anglofona

Il disordine di Trump sull'Iran. Il rifiuto del presidente di certificare un accordo che il suo stesso segretario alla Difesa, James Mattis, sostiene che l'Iran stia rispettando e che sia nell'interesse nazionale americano, sarebbe un forte segnale che gli Stati Uniti cambino opinione senza mantenere la parola (the New York Times).

Combattere per portare Isis davanti alla giustizia per i crimini commessi contro gli yazidi. Gli investigatori hanno raccolto migliaia di documenti, tracciati telefonici, video lasciati dietro dai militanti nel Nord dell'Iraq (CNN).

La vecchia Kabul rinasce: arte, cultura, e un raro raggio di luce. Una associazione caritatevole britannica si sta occupando di una delle aree storiche più povere della capitale afghana e con questo sta facendo molto più che restaurare antichi edifici e formare artigiani: sta preservando l'anima del Paese (the Christian Science Monitor).

©2016 Fondazione Internazionale Oasis C.F. 94068840274 - email: oasis@fondazioneoasis.org - Privacy Policy - Credits