/application/files/6515/0876/9729/oasis_212d5889e3ce7b6d46945d908db13252.jpg
close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
donazioni
Rassegna stampa

Siria, rapito un francescano iracheno

Un francescano è stato rapito a Yacoubieh, in Siria. Lo riferisce la Custodia di Terrasanta. Padre Dhiya Azziz, francescano iracheno, parroco a Yacoubieh (Provincia di Idlib), è stato prelevato "sabato scorso da alcuni militanti di una brigata non identificata, forse riconducibile a Jabhat al-Nusra. Da allora si sono perse le sue tracce".

"Dal tardo pomeriggio di sabato 4 luglio - riferisce in un comunicato la Custodia di Terrasanta - abbiamo perso i contatti con padre Dhiya Azziz, francescano iracheno della Custodia di Terra Santa, parroco a Yacoubieh (provincia di Idlib, distretto di Jisr al Chougour, Siria). Sabato scorso alcuni militanti di una brigata non identificata, forse riconducibile a Jabhat al-Nusra, sono venuti a prelevarlo per un breve colloquio con l'emiro del luogo. Da allora si sono perse le sue tracce e non siamo in grado di capire dove si trova. Stiamo facendo il possibile - riferiscono i francescani - per individuare il luogo della sua detenzione e ottenere la sua liberazione".

Padre Azziz è originario di Mosul, ha 41 anni, ed è entrato nell'ordine dei francescani nel 2002. Nel 2003 si è trasferito in Egitto, dove è rimasto per diversi anni. Nel 2010 rientra in Custodia e viene inviato ad Amman. È successivamente trasferito in Siria, a Lattakia. Si era reso poi volontariamente disponibile ad assistere la comunità di Yacoubieh, nella regione dell'Oronte (provincia di Idlib, distretto di Jisr al-Chougour), "divenuta particolarmente pericolosa - spiega la Custodia - in quanto sotto il controllo di Jabhat al-Nusra".

Avvenire

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Autorizzo l’utilizzo dei miei dati dopo aver letto e accettato le condizioni di utilizzo del servizio ai sensi della D.LGS. 196/2003

Per approfondimenti e analisi abbonati alla nostra rivista semestrale