close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
abbonati
Cristiani nel mondo musulmano

Appello per la Biblioteca maronita d'Aleppo

Una delle più antiche biblioteche del Medio Oriente è la biblioteca della diocesi maronita di Aleppo. E ciò è stato possibile grazie all’intervento del celebre Vescovo Germanos Farhat che l’ha fondata nel 17 ° secolo. La Biblioteca è stata successivamente ampliata dai suoi successori.

 

 

 

La Biblioteca si compone di tre parti:

 

 

 

1 - La parte dei manoscritti che conserva più di 1.500 esemplari (liturgia, Bibbia, apologetica, spiritualità, letteratura araba, storia, teologia, medicina, dizionari, islamica Faqéh ecc.), alcuni dei quali risalgono addirittura al 13° secolo.

 

 

 

2 - La parte degli archivi che che rappresentano una fonte principale per la storia della diocesi maronita di Aleppo, dei cristiani in Siria e del Patriarcato di Antiochia in generale. Inoltre sono anche una fonte importante per la storia socio-culturale della città del periodo che intercorre tra il 16° secolo e 20° secolo.

 

 

 

3 - La parte dei libri stampatii: che contiene 1.000 esemplari in varie lingue (sin dalla loro prima edizione).

 

 

 

Nel 2008, la diocesi ha iniziato il lavoro di riorganizzazione, conservazione, e digitalizzazione-indicizzazione delle prime due parti.

 

 

 

Ad oggi possiamo dire di aver appena completato circa la metà del lavoro (con la sterilizzazione dei manoscritti, con la digitalizzazione della metà dei libri, e con l’archiviazione di una metà del patrimonio culturale della Biblioteca). Inoltre un indice dettagliato sarà sviluppato a scopo di pubblicazione.

 

 

 

Data la situazione attuale del nostro Paese, mancano i fondi per continuare e ultimare il lavoro. Abbiamo realmente bisogno di una somma di due milioni di lire siriane (30.000 dollari). E chiediamo qualsiasi tipo di supporto a chi potesse, si tratti anche del più piccolo per continuare il lavoro.

 

 

 

Ringraziamo tutti i benefattori che potranno dare sostegno a questa opera di importanza storica e culturale.

 

 

 

Per informazioni contatta: oasis@fondazioneoasis.org

 

 

* P. Elie Tobji Direttore responsabile

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Per approfondimenti e analisi abbonati alla nostra rivista semestrale