close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
dona
Rassegna stampa

Ciad: apre il primo centro di deradicalizzazione

Rassegna stampa

Rassegna della stampa italiana e internazionale del 13 febbraio 2018

Ultimo aggiornamento: 13/02/2018 12:02:44

Dalla stampa italiana

 

Stefano Stefanini su La Stampa analizza la posizione europea nei confronti del JCPOA: “gli europei sono presi fra scommessa del dialogo con Teheran e impossibilità d’ignorare la condotta iraniana, dal programma missilistico ai diritti umani”.

 

Ad Akkar, nel nord del Libano, due giovani hanno profanato una statua della Madonna. Esemplare la condanna inflitta dalla giudice Jocelyne Matta: studiare il Corano e apprendere il ruolo che il testo sacro riserva a Maria. Ne parla AsiaNews.

 

Tra Turchia e Italia si rischia la crisi diplomatica, spiega Umberto De Giovannangeli su Huffington Post. Il pomo della discordia sono le attività della nave Saipem 12000 che è stata bloccata dalle navi della marina turca mentre si dirigeva verso la Zona Economica Esclusiva di Cipro per attività di ricerca ed esplorazione energetica.

 

Dalla stampa francofona

 

Una conferenza per la ricostruzione dell’Iraq è cominciata ieri in Kuwait. Annalisa Cappellini spiega su La Croix che durante la giornata di oggi saranno considerate le possibilità d’investimento del settore privato.

 

Si tratta di una isteria nazionalista turca, secondo Libération. Il giornale online parla di un jihad anti-curdo del presidente Erdoğan che si appresta alla conquista della regione del Kurdistan. Si comincia dalla parte siriana…

 

Il primo centro di deradicalizzazione ha visto la luce in Ciad. Il reportage di Le Point racconta il percorso di prevenzione del terrorismo iniziato da un gruppo di intellettuali locali, che studieranno le cause di radicalizzazione nel Paese.

 

Dalla stampa anglofona

La guerra in Siria si trasforma in un conflitto regionale, che rischia di diventare uno scontro ancora più ampio. Una guerra nata da proteste pacifiche contro il presidente Bashar el-Assad ha sempre più attori coinvolti e rischia di propagarsi sempre di più nell'area mediorientale (the Washington Post).

 

In Siria, una nuova pericolosa trama secondaria: Iran contro Israele. Uno degli aspetti più complicati e rischiosi del conflitto lungo sei anni è che la lista delle parti in causa continua ad allungarsi. Ora, sempre più coinvolto è anche uno dei maggiori alleati dell’America nella regione: Israele (the Chicago Tribune).

 

L’America dovrebbe sostenere il rivoluzionario principe ereditario saudita. L’endorsement di Dennis Ross, oggi analista al Washington Institute for Near East Policy ed ex consigliere per la sicurezza nazionale dei presidenti  Ronald Reagan, George H.W. Bush, Bill Clinton e Barack Obama a Mohammed bin Salman (the Washington Post).

 

I segreti dell’Arabia Saudita raccontati da un fotografo per la storica guida turistica Lonely Planet alla vigilia dell’apertura del Paese al turismo internazionale. A breve il regno emetterà infatti i primi visti turistici della sua storia.

 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Autorizzo l'uso di dati dopo aver accettato la privacy-policy

Per approfondimenti e analisi abbonati alla nostra rivista semestrale