close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
abbonati
Cristiani nel mondo musulmano

Cristiani d'Oriente: tappa a Damasco sulla via dell'incontro

Bogos Levi Zekyian

Dal 27 gennaio al 2 febbraio si è svolto a Damasco, presso il Monastero di S. Efrem del Patriarcato d'Antiochia Siro Ortodosso, nella località di Maarrat Saydnaya, il V Incontro della Commissione Mista per il Dialogo Teologico tra la Chiesa Cattolica e le Chiese Ortodosse Orientali. La delegazione cattolica era composta da quindici membri con a capo il Card. Walter Kasper, Presidente del Pontificio Consiglio per l'Unità dei Cristiani. La delegazione delle Chiese Ortodosse Orientali, che di norma si compone di altrettanti delegati in rappresentanza delle varie Chiese della famiglia, era questa volta in numero minore per l'assenza dei delegati della Chiesa Ortodossa Siro-Malankarese e della Chiesa Ortodossa d'Eritrea. Secondo la consuetudine, le due delegazioni si sono incontrate separatamente il 29 gennaio per preparare l'incontro plenario dei giorni successivi. Co-presidenti delle sedute erano il Card. Kasper e il Metropolita Bishoy della Chiesa Copta.

 

Il tema al centro dell'incontro era la discussione di un documento intitolato "La natura, gli elementi costitutivi e la missione della Chiesa" redatto da una commissione mista istituita alla fine dell'incontro precedente. Tale documento, dopo un articolato esame, è stato approvato con lievi modifiche e accompagnato poi da due relazioni complementari presentate da P. Frans Bouwen, per la delegazione cattolica, e dall'Arcivescovo Khajag Barsamian, Primate della diocesi orientale del Catholicossato Armeno di Santa Etchmiadzin, per la delegazione ortodossa.

 

Il 30 gennaio si è tenuto, inoltre, un altro importante incontro tra personalità: S.S. Ignazio Zakka I Iwas, Patriarca Siro d'Antiochia e di tutto l'Oriente, aveva infatti invitato a partecipare ai lavori anche gli altri due Patriarchi d'Antiochia di rito greco, S.B. Ignazio IV Hazim, patriarca ortodosso, e S.B. Gregorio III Laham, patriarca cattolico, e S.E. il Nunzio Apostolico Giovanni Battista Morandini. Nel suo discorso di benvenuto il Patriarca Iwas, ricordando la sua visita al Papa Giovanni Paolo II nel 1984, ha sottolineato i progressi compiuti nel cammino verso l'unione sia nel dialogo teologico, sia in vari campi dell'attività pastorale e della formazione del clero.

 

La mattina del 31 gennaio il Card. Kasper, assieme al Patriarca Iwas, è stato ricevuto in un cilma cordiale dal presidente della Repubblica Siriana, Dr. Bashar Al-Assad. Il Metropolita Bishoy che era pure invitato dal Presidente, non poté partecipare alla visita per motivi di salute. Il presidente ha espresso vivo interesse per l'incontro interecclesiale, per la promozione di relazioni amichevoli tra le varie confessioni cristiane e tra cristiani e musulmani, e ha sottolineato in modo particolare l'importanza della presenza cristiana nel Medio Oriente.

 

Il Cardinale e il patriarca hanno espresso da parte loro la loro gratitudine al governo siriano per l'ospitalità concessa a molti profughi dall'Iraq e per le garanzie di libertà religiosa di cui godono i cristiani in Siria.

 

Il prossimo e quarto incontro avrà luogo a Roma dal 24 al 31 gennaio 2009 e avrà come titolo La prassi della comunione ecclesiale e la ricezione dei Concili nei primi cinque secoli".

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Per approfondimenti e analisi abbonati alla nostra rivista semestrale