close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
abbonati
Rassegna stampa

Perché una guerra in Libano non conviene a Israele

[Shutterstock]

Rassegna stampa italiana ed estera del 24 novembre 2017

Dalla stampa italiana

 

In Turchia, il monastero di Mor Gabriel torna proprietà della Chiesa ortodossa. Il governo turco, scrive Avvenire, restituisce alla comunità ortodossa siriaca i titoli di proprietà del monastero, della chiesa e del cimitero di Mor Gabriel.

 

Giampiero Massolo su La Stampa commenta la decisione del governo francese presieduto da Macron di riportare all’attenzione del Consiglio di Sicurezza Onu la situazione dei migranti in Libia. “L’aspetto umanitario invocato dai francesi – scrive Massolo – parla a tutte le coscienze, ma potrebbe non esaurire tutte le motivazioni. Ce n’è abbastanza per scatenare logiche di potere e tentativi di influenza, perseguiti con mezzi anche diversi dagli auspici e mediazioni della diplomazia”.

 

Sul tema libico si esprime anche il controverso fondatore dell’agenzia di contractors Blackwater, intervistato da Viviana Mazza sul Corriere della Sera. Erik Prince, si legge, sostiene di poter bloccare il traffico di esseri umani dall’Africa subsahariana a un costo molto più basso di quello sostenuto dai paesi europei, garantendo al contempo elevati standard di rispetto dei diritti umani.

 

Questa mattina i diversi gruppi che compongono l’opposizione siriana hanno trovato un’intesa, finalizzata all’invio di una delegazione unitaria ai prossimi colloqui di pace sotto l’egida Onu, in programma a Ginevra (Svizzera) la prossima settimana, scrive AsiaNews.

 

Nonostante cresca continuamente la pressione su Hezbollah, Marina Calculli su Eastwest spiega perché una guerra aperta in Libano non convenga né a Israele né ai sauditi: “Israele teme di rafforzare la legittimità del Partito di Dio,

Se vuoi leggere l'articolo completo abbonati alla rivista Abbonati
oppure se sei abbonato Accedi

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Per approfondimenti e analisi abbonati alla nostra rivista semestrale