close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
dona
Rassegna stampa

Rassegna stampa del 10 agosto

Notizie e commenti dall'Italia e dall'estero

Dalla stampa italiana

 

 

Il premier libico: «L’Isis è un pericolo anche per voi. Aiutateci adesso», dice Fayez Serraj in un'intervista a Lorenzo Cremonesi del Corriere della Sera: «Non servono truppe straniere. Vediamo con grande favore la vostra scelta di concedere Sigonella. L‘Isis utilizzerà ogni mezzo per inviare militanti in Europa».

 

 

Una notte sul treno dei profughi ragazzini: Hip hop e messaggi sognando la Svizzera

 

Tutti minorenni in viaggio da Roma: così nasce l’emergenza in Lombardia, il reportage di Flavia Amabile su La Stampa.

 

 

Putin-Erdogan, un’alleanza squilibrata a favore dello zar, l'editoriale di Alberto Negri su Il Sole 24 Ore.

 

 

Dalla stampa anglosassone

 

 

La demografia, le repressioni politiche e l'incompetenza economica della leadership in Egitto sono un mix molto pericoloso che rischia di mettere le basi per una futura rivolta della popolazione, scrive l'Economist.

 

 

Erdoğan aveva bisogno di un amico dopo il fallito golpe in Turchia, ed è andato a cercarlo in Russia. Nell'incontro di martedì a San Pietroburgo, però, Vladimir Putin è sembrato cauto e riservato, mentre il presidente turco è apparso entusiasta, scrive Politico.eu.

 

 

I signori della guerra in Siria non erano nessuno prima del conflitto, ora alcuni di loro sono molto ricchi. Mentre lo Stato Islamico perde territorio, altre milizie islamiste sembrano avere un interesse a mantenere questo conflitto, scrive Paul Wood sullo Spectator britannico.

 

 

Dalla stampa francese

 

 

Amaq, il nome della agenzia di stampa dello Stato Islamico attraverso cui l'organizzazione terroristica rivendica gli attentati in giro per il mondo, è in qualche modo legato al nome della rivista jihadista Dabiq. Il libanese L'Oriente le Jour spiega qui perché.

 

 

Perché la battaglia d'Aleppo è decisiva. Si intensificano i preparativi per uno scontro tra forze ribelli ed esercito del regime di Bashar el-Assad. I civili intrappolati nel mezzo. (Les Echos)

 

 

I terroristi jihadisti hanno capito meglio di certi responsabili politici che l'identità francese ingloba sia la République sia la Chiesa, scrive Roland Hureaux su Le Figaro.

 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Autorizzo l'uso di dati dopo aver accettato la privacy-policy

Per approfondimenti e analisi abbonati alla nostra rivista semestrale