close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
dona
Rassegna stampa

Rassegna stampa del 2 maggio 2017

Notizie e commenti dall'Italia e dall'estero

Dalla stampa italiana

 

 

Hamas ha approvato una modifica del suo programma politico, accettando la creazione di uno Stato palestinese entro i confini del 1967. Il gruppo non ha comunque riconosciuto lo stato di Israele e anche per questo il portavoce del premier israeliano Benjamin Netanyahu ha affermato che si tratta di "un tentativo di prendere in giro il mondo, ma non avrà compimento" (Repubblica).

 

 

Secondo quanto si legge su AsiaNews, due milioni di bambini vengono sfruttati nel mercato del lavoro minorile in Turchia; di questi il 78 percento è impiegato in modo "clandestino", senza diritti né tutela sanitaria, registrazione negli elenchi professionali o risarcimenti in caso di infortunio. Tra di essi anche molti rifugiati siriani.

 

 

Il presidente del Consiglio Gentiloni si è recato in visita presso il contingente di militari italiani in Kuwait. Gentiloni ha sottolineato come il ruolo dei militari nel combattere Isis sia fondamentale perchè, ha detto, contribuisce a distruggere il mito dell'invincibilità dei jihadisti (La Stampa).

 

 

Antonio Ferrari sul Corriere della Sera commenta la visita di Papa Francesco in Egitto e gli incontri con il presidente Sisi, il grande imam al-Tayyeb e il papa dei copti ortodossi Tawadros. Secondo Ferrari Papa Francesco ha dimostrato di essere "capo religioso e leader politico planetario".

 

 

Dalla stampa francofona

 

 

La Croix ha intervistato il frate domenicano iracheno Amir Jaje, membro del Consiglio pontificio per il dialogo interreligioso, che ha fatto un bilancio della visita di Papa Francesco in Egitto del 28 e 29 aprile scorsi elogiando l'abilità mostrata dal Santo Padre nel dialogo con copti e musulmani.

 

 

Il terrorismo è una sfida immensa per il futuro presidente francese. La Croix propone un'analisi di tale fenomeno particolarmente radicato in Francia.

 

 

"Perché ci odiano?" è il titolo del film documentario del cineasta francese Alexandre Amiel presentato lo scorso 26 aprile al Festival del Film francese Colcoa, a Los Angeles: il regista racconta tre storie di razzismo in Francia mostrando i punti di vista di un ebreo, un nero e un arabo (L'Orient le Jour).

 

 

Si prevede una scarsa affluenza alle urne per le elezioni legislative che si terranno in Algeria il prossimo 4 maggio. Jeune Afrique mostra i tentativi da parte dei deputati di recuperare elettori e le ragioni che spingono i cittadini a non andare a votare.

 

 

Dalla stampa anglofona

 

 

Nel Nord dell'Iraq, sul sito di Qalatga Darband, il British Museum forma archeologi iracheni nella preservazione e lo studio del patrimonio a rischio a causa di conflitti (the Guardian)

 

 

Il Daily Beast racconta la difficile relazione tra i presidenti americano Trump e turco Erdogan, alleati su carta ma con agende diverse sulla Siria e l'Iraq, dove sono presenti le truppe americane.

 

 

L'Atlantic racconta la storia di due giovani partiti per il jihad che fa dibattere l'America sul tema della radicalizzazione.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Autorizzo l'uso di dati dopo aver accettato la privacy-policy

Per approfondimenti e analisi abbonati alla nostra rivista semestrale