close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
abbonati
Rassegna stampa

Rassegna stampa del 30 giugno 2016

Notizie e commenti dall'Italia e dall'estero

Dalla stampa italiana

 

 

"In due anni il Califfato si è dimezzato, in territorio e combattenti, ma non ha perso la capacità di colpire all’estero, con cellule organizzate o lupi solitari. L’attacco all’aeroporto Kemal Ataturk di Istanbul ne è la prova", scrive Giordano Stabile da Istanbul (La Stampa).

 

 

"Adesso che il governo turco sta provando a riportare il paese a pieno titolo nell’alleanza antiterroristica internazionale non bisogna lasciarli soli: a certe condizioni la Turchia può essere decisiva", si legge su Il Foglio.

 

 

Dalla stampa anglofona

 

 

Secondo il Washington Post l'attentato all'aeroporto Ataturk di Istanbul ha origini anche in un atteggiamento ambiguo della Turchia nella lotta all'ISIS.

 

 

La geografia come destino: l'Occidente non può risolvere i suoi problemi senza cooperare con la Turchia, scrive il Daily Telegraph.

 

 

Un reporter e un fotografo del New York Times raccontano il loro viaggio sul fronte libico della lotta allo Stato islamico, a Sirte, Libia.

 

 

Dalla stampa francofona

 

 

Libération racconta come in Turchia gli inquirenti seguano la pista dell'ISIS nell'attentato all'aeroporto.

 

 

In Tunisia, durante il mese di Ramadan le famiglie comprano più cibo del necessario per le feste di rottura del digiuno: secondo alcuni dati si sprecherebbe oltre il 40 per cento dei beni acquistati (rfi).

 

 

In Egitto, una chiesa offre l'iftar, la cena di rottura del digiuno di Ramadan, ai musulmani (Le Monde).

 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Per approfondimenti e analisi abbonati alla nostra rivista semestrale