close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
dona
Rassegna stampa

Rassegna stampa del 31 ottobre 2016

Notizie e commenti dall'Italia e dall'estero

Dalla stampa italiana

 

 

Lorenzo Cremonesi è arrivato con l'esercito iracheno a Qaraqosh. Un video del Corriere della Sera, mostra le immagini della cattedrale di Qaraqosh bruciata.

 

 

Il Sole 24 Ore racconta la vendetta di Isis contro gli sciiti. L'esercito di Teheran, infatti, avanza verso Mosul cacciando le milizie dai villaggi, ma il Califfato si è rifatto con attentati kamikaze nei quartieri sciiti di Baghdad.

 

 

Un'iniziativa di dialogo interreligioso in Kenya, promossa dal gruppo civico inCommons, ha coinvolto quattro moschee e cinque chiese per impegnarsi nel dialogo e combattere l'infiltrazione jihadista di Al-Shabaab. Gli edifici sono stati per l'occasione dipinti di giallo (Vatican Insider).

 

 

Dalla stampa francofona

 

 

Nel villaggio iracheno di Tall Allazagah, vicino a Mosul, la popolazione si è ribellata allo Stato Islamico e ha cacciato le milizie jihadiste prima dell'arrivo delle forze armate, riporta Le Point. "Adesso tutto quello di cui abbiamo bisogno è la libertà", ha detto ai giornalisti un uomo di 52 anni.

 

 

I maggiori partiti politici libanesi, sostenitori dei diversi candidati alle presidenziali, avrebbero trovato un accordo nel sostenere all'unanimità il generale Michel Aoun. L'Orient le Jour spiega che oggi dovrebbe rendersi ufficiale l'elezione, ma l'equilibrio nel Paese, da due anni senza presidente, rimane fragile.

 

 

Le purghe di Erdogan continuano a mietere vittime tra i suoi oppositori. Le Monde scrive che il caporedattore del quotidiano di opposizione Cumhuriyet, Murat Sabuncu, è stato arrestato. Alcuni quotidiani turchi hanno annunciato oggi che le loro redazioni sono state perquisite.

 

 

Questo fine settimana in molte città del Marocco si sono tenute grandi manifestazioni di protesta per la morte di un pescivendolo, Mohcine Fikri. Secondo i racconti, scrive Tel Quel, il venditore si era opposto al sequestro della sua merce da parte della polizia ed è morto schiacciato da un camion dei rifiuti, cosa che ha scioccato il Paese.

 

 

Dalla stampa anglofona

 

 

Le proteste in tutto il Marocco per la morte del pescivendolo Mohcine Fikri mostrano secondo la BBC una rabbia diffusa e un malcontento condiviso nel Paese. "Non possiamo accettare [...] condizioni che non rispettino i diritti umani", dicono alcuni manifestanti.

 

 

Accordo a sorpresa tra i partiti libanesi dovrebbe porre fine oggi allo stallo politico libanese, che si protrae da due anni, scrive Al-Jazeera.

 

 

Nei giorni dell'offensiva contro la città di Mosul, capitale irachena dello Stato Islamico, Shadi Hamid spiega sul Washington Post perché l'Isis non è propriamente ciò che si definisce il Califfato.

 

 

La CNN ha intervistato il Generale Joseph Votel, uno degli uomini che guida la guerra contro lo Stato Islamico. Per il futuro il generale si aspetta che "ciò che rimarrà dell'Isis potrebbe unirsi ad altre milizie".

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Autorizzo l'uso di dati dopo aver accettato la privacy-policy

Per approfondimenti e analisi abbonati alla nostra rivista semestrale