close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
abbonati
Rassegna stampa

Rassegna stampa del 4 agosto 2016

Notizie e commenti dall'Italia e dall'estero

Dalla stampa italiana

 

 

Il Foglio intervista il Cardinale Angelo Scola: "Il valore del martirio cristiano nel cuore d’Europa, il travaglio dell’occidente, l’estremismo che non è causato dai soldi, il legame tra religione e ideologia". Di Matteo Matzuzzi.

 

 

Avvenire pubblica le parole di Padre Ibrahim Alsabagh, parroco francescano di Aleppo, che racconta la devastazione e la violenza inaudita che sta colpendo la città in questi giorni. Sono i "giorni più atroci", dice il sacerdote, dove le medicine non arrivano e le bombe distruggono ciò che è rimasto.

 

 

Ieri mattina i poliziotti della Digos di Genova hanno condotto un blitz antiterrorismo. Sono una decina le persone indagate tra cui tre imam e un ventiquattrenne di Varese che sembra fosse molto prossimo all'arruolamento (La Stampa).

 

 

Dalla stampa francofona

 

 

Sono migliaia i migranti che continuano a sbarcare nel sud dell'Italian in questi giorni. La crisi ha raggiunto cifre senza precedenti, ma nonostante il richiamo del Segretario Generale dell'Onu, Ban Ki Moon, i 28 Paesi membri non sembrano disposti ad accettare le condizioni per l'accoglienza dei profughi. Secondo L'Obs, a forza di sottolineare l'elemento della sicurezza, abbiamo completamente perso il livello umanitario della vicenda.

 

 

La Grecia è in balia della volontà del presidente turco Recep Tayyip Erdogan sulla questione migrazioni. In questi giorni, in un clima di purghe e tensioni in Turchia, il presidente ha minacciato l'Unione Europea di far saltare l'accordo preso in materia di migrazioni lo scorso 18 marzo. Il motivo, spiega Géopolis, è la non ancora avvenuta liberalizzazione dei visti per i cittadini turchi da parte di Bruxelles.

 

 

Boko Haram continua ad essere una minaccia in Nigeria e non solo. Un reportage, con infografiche, pubblicato da La Croix racconta la paura costante con cui vivono i profughi che a migliaia hanno dovuto lasciare le loro case nel nord del Paese, rifugiandosi nei campi dei Paesi limitrofi.

 

 

Chi è Youssef Chahed, nuovo incaricato di formare in Tunisia un governo di unità nazionale? A soli 40 anni, è impegnato in politica dalla rivoluzione del 2011, riporta Jeune Afrique, e promette un governo giovane la cui priorità sarà la lotta al terrorismo e alla corruzione.

 

 

Dalla stampa anglofona

 

 

I Paesi europei stanno ritardando di molto la presa di responsabilità nella crisi migratoria. In particolare, l'Inghilterra, pur avendo accettato la proposta di Alf Dubs, già MP, rimanda ancora l'accoglienza dei minori non accompagnati, il cui numero cresce soprattutto in Francia, Italia e Grecia (The Guardian).

 

 

La Turchia di Erdogan ha accusato seriamente gli Stati Uniti di essere dietro l'organizzazione del colpo di stato del 15 luglio, o almeno di esserne stati a conoscenza. Inoltre, il presidente turco ha chiesto a Washington di estradare il suo acerrimo nemico Fethullah Gulen, auto esiliato in Pennsylvania nel 1999. Il New York Times pubblica una risposta.

 

 

Sirte, città natale dell'ex dittatore libico Gheddafi, è nelle mani dello Stato Islamico dal giugno 2015. Lunedì gli Stati Uniti hanno iniziato un'offensiva aerea a supporto di quella via terra condotta dal governo di unità nazionale. Al-Monitor descrive i retroscena della guerra per questa città.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Per approfondimenti e analisi abbonati alla nostra rivista semestrale