close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
dona
Rassegna stampa

Rassegna stampa del 9 febbraio 2016

Notizie e commenti dall'Italia e dall'estero

Dalla stampa italiana

 

 

Domenico Quirico da Aleppo descrive su La Stampa la situazione nella città su cui si sta concentrando l'offensiva delle forze pro-Assad.

 

 

Su Avvenire un commento a partire dal video del drone russo che riprende la devastazione di Homs, in Siria: "è il volto vero della guerra, che, dopo i rombi e le raffiche di mitra e i cannoni trionfanti, si mostra nella sua verità: nuda morte".

 

 

Giuseppe Sarcina (Corriere della Sera) da Washington racconta l'incontro tra il presidente della Repubblica Mattarella e Barack Obama: gli Stati Uniti potrebbero impiegare i loro asset nel Mediterraneo per contribuire alla gestione della crisi migratoria.

 

 

Francesca Paci su La Stampa: "i Fratelli Musulmani se l’aspettano, prima o poi la caccia alla responsabilità per l’assassinio di Giulio Regeni li travolgerà".

 

 

Dalla stampa francofona

 

 

La Tunisia è pronta a proteggere le sue frontiere, titola La Presse de Tunisie. Il Paese non interverrà militarmente, ma dislocherà le sue forze lungo il confine con la Libia.

 

 

La crisi dei rifugiati si combatte sull'asse Ankara-Berlino. La Croix racconta la visita di Angela Merkel in Turchia, dove ha incontrato il primo ministro Davutoglu per discutere dei migranti.

 

 

La nuova offensiva dell'esercito del regime siriano di Bashar Assad ha stretto i ribelli della zona di Aleppo in una morsa. A questi due giocatori, scrive An-Nahar, si aggiungono le milizie curde e quelle dello Stato Islamico.

 

 

L'Algeria ha approvato la nuova Costituzione e, così facendo, ha provocato il disappunto della diaspora algerina in Francia: per Liberté Algérie, l'approvazione è un disonore per tutto il Paese.

 

 

Dalla stampa anglofona

 

 

Il premier canadese Justin Trudeau ha annunciato che il suo Paese ritirerà gli aerei dalla coalizione anti-Isis che opera in Iraq e Siria, mentre triplicherà lo sforzo per l'addestramento dell'esercito locale (Al Jazeera).

 

 

Martin Chulov (The Guardian) da Gaziantep, Turchia: senza l'aiuto militare degli stati arabi i ribelli anti-Assad sono destinati a soccombere all'avanzata favorita dai bombardamenti russi.

 

 

Secondo l'ultimo report pubblicato dall'Institute for the Study of War la campagna aerea russa in Siria ha posto le basi per circondare Aleppo: resta una sola via di rifornimento per i ribelli presenti in città.

 

 

Il presidente iraniano Hassan Rohani, intervenuto alla conferenza “Women, Moderation and Development”, ha auspicato una maggior partecipazione femminile nella politica iraniana: "non accettiamo il femminismo, ma non accettiamo nemmeno il fanatismo" che vorrebbe escludere le donne dalla vita politica e culturale (Al-Monitor).

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Autorizzo l'uso di dati dopo aver accettato la privacy-policy

Per approfondimenti e analisi abbonati alla nostra rivista semestrale