Articoli > 2014

Articoli - 2014

Lo sconcerto dell’uomo europeo

Ciò che sta succedendo sia pur con connotazioni assai diverse in Iraq, in Siria, ma anche in Ucraina, in Afghanistan ed in Libia, costituisce per l’uomo europeo una radicale messa in questione. Le notizie e soprattutto le immagini – pensiamo all’osceno, raccapricciante video della decapitazione di James Foley – arrivat...

29/08/2014 | Angelo Scola | Religioni e spazio pubblico

Cristiani in Iraq: chi reagisce al loro grido

Alla richiesta di aiuto che giunge dai cristiani dell’Iraq e ai ripetuti appelli dei vescovi e patriarchi orientali hanno risposto varie realtà di tutto il mondo. Riproponiamo di seguito alcune di queste reazioni.

29/08/2014 | Religioni e spazio pubblico

Appello Iraq: proteggere i civili prima di tutto!

In seguito all'avanzata dell'Isis nelle città e nei villaggi nel nord dell'Iraq, da giugno 2014, centinaia di migliaia di persone appartenenti a minoranze religiose così come ad altri gruppi sono stati obbligati a lasciare le loro case. Il 2 agosto le forze dell'Isis hanno conquistato Sinjar, nel nord dell'Iraq. Da que...

27/08/2014 | Amnesty International | Religioni e spazio pubblico

Lo Stato Islamico spiegato a mio figlio

L’Islam, la violenza, la guerra santa e il califfato: una conversazione a tre voci per rispondere alle domande più frequenti che la cronaca degli ultimi mesi suscita in modo incalzante. Dialogo con Martino Diez e Michele Brignone, a cura di Maria Laura Conte.

26/08/2014 | Marialaura Conte, Martino Diez, Michele Brignone | Religioni e spazio pubblico

Appello dei vescovi tedeschi: fermare il terrore in Iraq

“Il terrore in Iraq deve essere fermato e agli sfollati deve essere data la possibilità di rientrare al più presto nelle loro case”. E’ quanto si legge una dichiarazione del Consiglio permanente della Conferenza episcopale tedesca che, facendo eco alle parole del Papa e agli appelli dei vescovi iracheni, interviene cos...

26/08/2014 | Radio Vaticana | Religioni e spazio pubblico

Cristiani perseguitati: «Da imam e da musulmano mi dissocio da quegli atti»

Kamel Layachi, Imam nelle comunità islamiche del Veneto e responsabile del dipartimento dialogo interreligioso e formazione del Consiglio delle relazioni islamiche italiane, lancia un appello contro le persecuzioni dei cristiani nel nord dell'Iraq da parte dei miliziani dell'Isil. «Le comunità musulmane – scrive – non possono rimanere passive davanti a questa palese ingiustizia». Il riconoscimento della libertà religiosa e l'impegno per il dialogo sono elementi fondamentali anche per il credente musulmano.

26/08/2014 | Cristiani nel mondo musulmano

VATICANO - Dichiarazione del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso

In una dichiarazione fatta il 12 agosto, il Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, ha chiesto una condanna chiara e coraggiosa da parte dei responsabili religiosi, soprattutto musulmani, e di tutte le persone di buona volontà, dei crimini commessi in Iraq dai jihadisti dello Stato Islamico contro cristiani, yazidi e altre minoranze religiose. Fides propone il testo completo della dichiarazione.

19/08/2014 | Religioni e spazio pubblico

Comunicato delle loro Beatitudini i Patriarchi d’Oriente

Il 7 agosto 2014, nel cuore di un Oriente a ferro e fuoco, i Patriarchi d’Oriente hanno pubblicato un comunicato di condanna per le guerre e le violenze che devastano la regione, in modo particolare per ogni persecuzione di innocenti e di cristiani. Il fondamentalismo religioso, e coloro che lo alimentano finanziando i suoi movimenti armati, colpendo l’equilibrio e la stabilità della regione, è denunciato senza giri di parole. I Patriarchi lanciano un appello urgente alla comunità internazionale.

19/08/2014 | Religioni e spazio pubblico

«Stati Uniti, Unione Europea e Lega araba devono liberare la piana di Ninive da tutti i combattenti jihadisti e aiutare i profughi»

Oasis rilancia e sostiene il nuovo appello del Patriarca Sako da Baghdad

14/08/2014 | Oasis | Cristiani nel mondo musulmano

«Questa persecuzione deve provocare e scuotere tutti noi battezzati che crediamo troppo tiepidamente e siamo poco coraggiosi nell’impegnare la vita con il Vangelo»

Il cardinale Angelo Scola, in un articolo pubblicato su “Il Sole 24 Ore”, interviene sulla tragica realtà delle minoranze religiose in Iraq, cristiani e yazidi, perseguitati da fondamentalisti islamici. Sollecita un aiuto concreto per porre fine a queste violenze, manifesta l’attesa di una parola dei fedeli islamici che vivono in Italia di difesa di chi oggi viene colpito così duramente e annuncia la disponibilità della Diocesi di Milano ad accogliere i profughi cristiani.

13/08/2014 | Angelo Scola | Cristiani nel mondo musulmano

Discorso dello sheykh Ahmad Karîma, professore di sharî‘a presso l'Università di al-Azhar - 24 aprile 2014

La questione dei luoghi di culto rimane oggetto di un vivo dibattito in Egitto. Vi inrterviene anche lo shaykh Karîma, che allarga il discorso ad alcune considerazioni generali sul rapporto tra musulmani e cristiani.

31/07/2014 | Sheykh Ahmad Karîma | Religioni e spazio pubblico

«La persecuzione dei cristiani scuota la nostra fede tiepida»

L’appello per i cristiani del Medio Oriente del card. Angelo Scola, Arcivescovo di Milano e Presidente di Oasis

31/07/2014 | Angelo Scola | Religioni e spazio pubblico
Rabat

Sahara Occidentale, terra strategica contesa e minacciata

Anche se i media non ne parlano, la guerra per la sovranità del Sahara Occidentale è una questione di primaria importanza. Il Sahara Occidentale costituisce la metà meridionale della superficie del Marocco, limitata da un muro pattugliato costantemente. Dall’indipendenza marocchina del 1956 questa terra è contesa tra Algeria e Marocco e rischia di diventare terreno fertile per le milizie terroristiche, mentre della popolazione locale si hanno scarse notizie.

31/07/2014 | Hamid Abdelkhattab | Religioni e spazio pubblico
Donne in un vicolo della medina di Fes

Vita da cittadina e giornalista marocchina: «Non ci bastano le quote rosa»

Conversazione con Meryam Badri, giornalista di Hespress, per la quale le quote rosa in parlamento non risolveranno la discriminazione delle donne in Marocco, perché serve più spazio di espressione e il riconoscimento di maggiori diritti.

31/07/2014 | Meryam Badri | Religioni e spazio pubblico
Guardia reale, Rabat

Tra partiti islamisti e ruolo del re, un Marocco “quasi” democratico

Intervista al professor Rachid Moktadir, ricercatore del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Rabat, esperto di Islam politico, che interviene sulla galassia degli islamisti in Marocco e sulla transizione politica in corso.

31/07/2014 | Rachid Moktadir | Religioni e spazio pubblico
Un uomo al lavoro nella medina di Fes

Marocco: cristiani orientati verso l’esterno

Come vivono i cristiani in Marocco oggi? Rispondono Monsignor Vincent Landel, Arcivescovo di Rabat, Vincent Sibout, direttore della Caritas in Marocco e il professor Nadir el-Moumni, dell’Università Mohammed V a Rabat-Souissi, che parlano di convivenza e collaborazione in un contesto che non risparmia difficoltà.

31/07/2014 | Francesca Miglio | Cristiani nel mondo musulmano

Dichiarazione della Fondazione Benefica dell’Imam al-Khoei di Najaf sugli ultimi avvenimenti in Iraq e sulla disumana migrazione dei cristiani

Ai rispettabili signori della Fondazione Benefica dell’Imam al-Khoei, saluti vivissimi e auguri di una buona festa [di fine Ramadan] e di ogni bene. A nome mio personale e dei miei fratelli letterati e scrittori di Najaf, desideriamo congratularci per questa importante dichiarazione e sostenervi sulla strada per l...

29/07/2014 | Faris Harram | Rivoluzioni arabe

Ripaghiamo il debito antico con la Mesopotamia

Negli ultimi giorni, abbiamo letto con orrore dei cristiani a cui è stato intimato di lasciare la città di Mosul entro 24 ore e della profanazione di luoghi sacri cristiani e dei loro simboli, dei bombardamenti di chiese e della rimozione di una croce dalla cattedrale di Sant’Ephrem, sede dell’arcidiocesi siriaco ortodossa di Mosul.

28/07/2014 | Religioni e spazio pubblico

Perché così tanto fervore per Gaza e così poco per la Siria?

Nove persone, tra accademici e giornalisti, rispondono al perché il conflitto israelo-palestinese suscita reazioni nell'opinione pubblica, molto più di altri conflitti.

23/07/2014

Messaggio del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso ai Musulmani per la fine del Ramadan

Cari fratelli e sorelle musulmani, E’ per noi una grande gioia porgervi le nostre sentite felicitazioni ed i migliori auguri in occasione dell’‘Id al-Fitr al termine del mese di Ramadan, dedicato al digiuno, alla preghiera e al soccorso dei poveri. Lo scorso anno, il primo del Suo ministero, Papa Francesco ha fir...

23/07/2014 | Meticciato di civiltà
1 2 3 4 5 6 7

©2013 Fondazione Internazionale Oasis C.F. 94068840274 - email: oasis@fondazioneoasis.org - Credits