Una guida ai fatti della settimana nel Mediterraneo allargato e nel mondo musulmano attraverso la stampa internazionale

Ultimo aggiornamento: 10/05/2024 16:29:11

Ricordiamo che da oggi, venerdì 10 maggio, solo gli abbonati potranno leggere integralmente il Focus attualità. Approfitta della promozione valida fino a fine mese!

 

Una dopo l’altra, le delegazioni americana, palestinese e israeliana hanno lasciato il Cairo. L’ennesima fumata nera nei negoziati tra Stato ebraico e Hamas per un cessate il fuoco spegne le speranze che si erano accese nel corso della settimana. Sullo sfondo di una Gaza devastata – ormai descritta come la Dresda del terzo millennio – qualche giorno fa Hamas aveva inaspettatamente accettato una proposta di tregua, prendendo in contropiede Netanyahu che, per tutta risposta, ha avviato l’operazione su Rafah nel tentativo di restare in sella al governo. La decisione ha irritato Biden che ha interrotto l’invio di alcune armi a Tel Aviv. «Israele combatterà con le unghie, se necessario», la risposta minacciosa del premier israeliano, mentre per Hamas la palla ora è nelle mani di Israele.

  Il gabinetto di guerra israeliano ha preso le distanze dall’accordo sostenendo che si trattava di una proposta diversa da quella accolta in precedenza dallo Stato ebraico. La gioia dei palestinesi, che lunedì scorso erano scesi nelle strade di Gaza a celebrare l’apertura di Hamas, si è spenta alle prime luci dell’alba di martedì 7 maggio, quando la bandiera israeliana è stata issata sul valico di frontiera con l’Egitto. Quest’ultimo, come ricorda L’Orient-Le Jour, ha prcontinua a leggere

Per continuare a leggere acquista abbonamento

Abbonamento sostenitore annuale

Leggi tutto il focus attualità

100€

aggiungi al carrello

Abbonamento base annuale

Leggi tutto il focus attualità

45€30€/all'anno

*offerta valida fino al 31/05

aggiungi al carrello

Abbonamento base mensile

Leggi tutto il focus attualità

5€/al mese

aggiungi al carrello

Oppure effettua il login.

Tags