close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito

Privacy policy

Sostienici
Newsletter
Eventi

Blackout Libano: tra sistema al collasso e spiragli di novità

Beirut: un uomo porta in spalla una bombola del gas vuota a causa della crisi energetica [Karim naamani \ Shutterstock]

Webinar in diretta Facebook giovedì 18 novembre alle 17:30

Ultimo aggiornamento: 11/11/2021 10:35:35

La crisi nel Paese dei Cedri sembra non conoscere fine. Una crisi che è economica (una delle peggiori degli ultimi 150 anni secondo la World Bank), sanitaria e sociale, ed è aggravata dalle pesanti responsabilità della classe dirigente libanese. 

 

Con questo webinar, organizzato insieme al Centro PIME e ad AsiaNews, cerchiamo non solo di comprendere meglio la realtà sul campo e le difficoltà della popolazione, ma anche di mettere a fuoco le dinamiche che si stanno sviluppando lontano dai riflettori dei media.

 

Blackout Libano: tra sistema al collasso e spiragli di novità

 

Interverranno, in collegamento da Beirut: 

 

Riccardo Paredi, Fondazione Oasis e American University di Beirut

Filippo Porcari, Fondazione Avsi

 

Modera:

Chiara Zappa, AsiaNews

 

Il webinar sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook della Fondazione Oasis giovedì 18 novembre alle ore 17:30

 

Oasis organizza questo webinar nell’ambito delle attività previste dal progetto Rivoluzioni incompiute. Stato, religione e cittadinanza nel Mediterraneo allargato, realizzato con il contributo della Fondazione Cariplo
Oasiscenter
Abbiamo bisogno di te

Dal 2004 lavoriamo per favorire la conoscenza reciproca tra cristiani e musulmani e studiamo il modo in cui essi vivono e intrepretano le grandi sfide del mondo contemporaneo.

Chiediamo il contributo di chi, come te, ha a cuore la nostra missione, condivide i nostri valori e cerca approfondimenti seri ma accessibili sul mondo islamico e sui suoi rapporti con l’Occidente.

Il tuo aiuto è prezioso per garantire la continuità, la qualità e l’indipendenza del nostro lavoro. Grazie!

sostienici