close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito

Privacy policy

Sostienici
Newsletter
Le nostre letture

La umma a maggioranza asiatica

Questo articolo è pubblicato in Oasis 5. Leggi il sommario

Ultimo aggiornamento: 17/06/2019 10:45:39

Autore: Paolo Nicelli Titolo: L'Islam nel Sudest asiatico Editore: Edizioni Lavoro, Roma, 2007 Se talvolta la missio ad gentes è stata considerata anzitutto, anche se non esclusivamente, una forma di proselitismo, il suo significato autentico nella logica dell'incarnazione è stato da sempre piuttosto la capacità di vivere le dimensioni del mondo, così come esso è nel tempo e nello spazio, portando certo l'annuncio di Cristo, ma incontrando e valorizzando ogni esperienza umana che nel confronto con Lui viene a essere "giudicata". Non si tratta evidentemente di un "giudizio" che cali dall'alto né, tantomeno, che venga dall'esterno, imponendosi in modo arrogante, ma che parte dalla conoscenza e dalla stima profonda di ogni cosa buona per giungere a condividere un cammino che porti alla piena maturazione del seme di verità che sussiste anche nella realtà più diversa e distante. È dunque ben comprensibile come questa presentazione dell'Islam dell'Estremo Oriente sia tanto profonda e qualificata, poiché proprio un missionario del PIME, p. Paolo Nicelli, ne è l'autore. Forte della sua lunga permanenza in loco e di numerosi viaggi nell'area, p. Nicelli ha approfondito la conoscenza dell'Islam di queste terre mediante studi e letture che hanno illuminato la sua personale e particolarissima esperienza sul campo. Ne nasce un affresco di ampio respiro, lontano dalle semplificazioni mediatiche banalizzanti e in ultima analisi falsificanti, ma non per questo appiattito in una lettura edulcorata, esotista o folkloristica, incapace di individuare i nodi problematici che anche in questa parte del mondo non mancano. Il taglio è prevalentemente storico e istituzionale, com'è giusto che sia, poiché le religioni e tra esse in particolare l'Islam non sono costituite soltanto da dogmi, né vengono riassunte compiutamente nei catechismi. Si tratta di realtà vive, e quindi complesse e variegate, influenzate da elementi antropologici e culturali prima ancora che teologici e dottrinali. Specificamente nell'area presa in esame, dove l'Islam giunse tardivamente e per mezzo di commercianti e predicatori, il meticciato con le civilizzazioni locali è stato determinante e ancora risulta di fondamentale importanza per comprendere dinamiche da noi molto poco conosciute. La cosa è un po' paradossale, se si tiene conto che è proprio qui che vive la maggioranza dei musulmani. Ben più numerosi degli arabi, dei persiani e dei turchi che pure sono stati i forgiatori dell'Islam classico i fedeli dell'Islam dell'Estremo Oriente sono destinati a giocare un ruolo sempre più rilevante nei futuri destini della umma e dell'intera umanità. Volgere a loro uno sguardo attento risulta pertanto indispensabile per poter scorgere le possibili vie di una conciliazione tra la formulazione tradizionale della fede in Allah e le sfide di un mondo plurale, qual è il loro e com'è quello in cui saremo sempre più chiamati a convivere. Ripercorrere il cammino attraverso il quale l'Islam si è diffuso in queste terre e analizzare il fenomeno della rinascita islamica che esse hanno recentemente conosciuto sarà per molti lettori un'esperienza nuova e originale. Gli studiosi troveranno nella ricca bibliografia e nelle note numerosissimi riferimenti per approfondire tematiche chiave sulle quali è quasi impossibile documentarsi in lingua italiana. Uno strumento di conoscenza, dunque, scorrevole ma ben impostato scientificamente, che viene a colmare una profonda lacuna della nostra editoria. Un'ultima annotazione va infine riservata al tono appassionato e partecipativo con il quale l'autore tratta la sua materia. Senza togliere mai lucidità, questa caratteristica gli consente di andar più a fondo nell'argomento che tratta, fornendo in tal modo non soltanto uno studio di ottimo livello, ma anche, e forse soprattutto, una testimonianza diretta che giunge alla mente passando anche attraverso un cuore vigile e palpitante.

Oasiscenter
Abbiamo bisogno di te

Dal 2004 lavoriamo per favorire la conoscenza reciproca tra cristiani e musulmani e studiamo il modo in cui essi vivono e intrepretano le grandi sfide del mondo contemporaneo.

Chiediamo il contributo di chi, come te, ha a cuore la nostra missione, condivide i nostri valori e cerca approfondimenti seri ma accessibili sul mondo islamico e sui suoi rapporti con l’Occidente.

Il tuo aiuto è prezioso per garantire la continuità, la qualità e l’indipendenza del nostro lavoro. Grazie!

sostienici

tag