close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
abbonati
Classici

L’usura della sharī‘a

Al-Juwaynī immagina un mondo islamico che non ha più un califfo né il governo unitario di un “imam d’usurpazione” o sultano. Il giurista indipendente, capace di dedurre nuove norme, si è estinto e della legge coranica sono rimasti vivi soprattutto precetti cultuali e norme del diritto di famiglia. L’alternativa è chiara: o cercare di risuscitare i giuristi indipendenti oppure riconoscere l’autonomia delle realtà temporali.

Questo articolo è pubblicato in Oasis 25. Leggi il sommario

Ultimo aggiornamento: 05/03/2018 12:25:54

Al-Juwaynī immagina un mondo islamico che non ha più un califfo né il governo unitario di un “imam d’usurpazione” o sultano. Il giurista indipendente, capace di dedurre nuove norme, si è estinto e della legge coranica sono rimasti vivi soprattutto precetti cultuali e norme del diritto di famiglia. L’alternativa è chiara: o cercare di risuscitare i giuristi indipendenti oppure riconoscere l’autonomia delle realtà temporali.

 

 

Prefazione

 

 

8. Le varie norme e le suddivisioni in lecito e vietato, per quanto riguarda i contenuti della Legge e i suoi obiettivi, le sue fonti e le sue derivazioni, sono riducibili a due parti e riconducibili nel loro insieme a due generi. Il primo comprende quella sezione della Legge che si rapporta al governo e agli imam e a quanti sono costituiti in autorità nella umma[1]. Costoro assumono la guida, mentre i sudditi ricevono gli ordini e li eseguono. Il secondo genere invece comprende quella parte della Legge di cui i musulmani legalmente capaci (mukallaf) sono responsabili autonomamente e che ricade in capo a chiunque abbia il potere di agire e sia sotto l’obbligazione legale.

 

 

9. Con l’aiuto di Dio e il suo soccorso esporrò nella prima parte, in diversi capitoli tra loro collegati, le qualità richieste all’imam, al governante, al pastore e al giudice, a mo’ d’introduzione. […] Poi prenderò a esaminare il caso di un’epoca che si ritrovi priva di difensori della religione e governanti dei musulmani. […]

Se vuoi leggere l'articolo completo abbonati alla rivista Abbonati
oppure se sei abbonato Accedi

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Per approfondimenti e analisi abbonati alla nostra rivista semestrale