close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito
abbonati
Islam

I detti del Profeta e le fortune del salafismo

Pur segnati da tendenze e valutazioni diverse, gli hadīth mantengono anche nell’Islam contemporaneo un ruolo di primo piano. Gli episodi più famosi della vita di Maometto godono di una fama equiparabile a quella di passi coranici e sono citati e utilizzati in ogni ambito. La loro conoscenza continua così a giocare un ruolo di primo piano nella definizione dell’identità del musulmano

I contenuti di Oasis n. 23 non sono ancora interamente disponibili. Per leggere gli altri articoli de Il Corano e i suoi custodi abbonati o acquista una rivista.

 

 

Accanto al Corano, l’Islam sunnita riserva un ruolo particolare alla testimonianza di ciò che Maometto ha fatto e ha detto. Si tratta di quelli che sono definiti hadīth, da un termine arabo che significa “racconto” o “storia”: nel corso dei primi secoli dell’Islam si affermò come termine tecnico per designare le tradizioni che riferivano detti o fatti del Profeta. L’insieme dei detti di Maometto costituisce nel suo complesso la cosiddetta Sunna, altro termine arabo che significa “consuetudine” o “condotta”, da cui il concetto di “sunniti”, che deriva proprio dallo statuto riservato alla Sunna di Maometto come modello ispiratore dei credenti.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Per approfondimenti e analisi abbonati alla nostra rivista semestrale