close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito

Privacy policy

Sostienici
Newsletter
Rivista

A scuola d’Islam

La minaccia jihadista ha riportato l’attenzione sui contenuti dell’insegnamento religioso. Come e dove si formano i musulmani

Questo articolo è pubblicato in Oasis 29. Leggi il sommario

Ultimo aggiornamento: 23/11/2021 08:34:30

EDITORIALE

 

Formare teste, non gendarmi, Michele Brignone

 

TEMI

 

La formazione dei nuovi imam in Marocco, Salim Hmimnat

Dal 2005, il regno maghrebino ha avviato un programma per la preparazione delle guide religiose, evoluto nel 2015 nell'Istituto Muhammad VI per la formazione di imam, murshidīn e murshidāt. Il suo obiettivo è contrastare l'estremismo, ma rappresenta anche uno strumento di politica estera.

 

La riforma dei manuali di al-Azhar: una questione politica, Ahmad Wagih

In seguito all'affermazione del terrorismo jihadista, politici e intellettuali hanno puntato il dito contro la moschea-università del Cairo, accusata di diffondere con i suoi metodi d'insegnamento i germi dell'estremismo.

 

Imparare l’Islam sui banchi di scuola, Ignazio de Francesco

Nonostante l'avvento del web, per capire come la fede viene trasmessa ai giovani è ancora molto istruttivo analizzare i manuali scolastici. Il caso dei testi utilizzati in Giordania per l'insegnamento della religione islamica.

 

La realtà divina, scopo dell’insegnamento sufi, Alexandre Papas

La conoscenza religiosa è un aspetto centrale della mistica islamica. Tuttavia, l'educazione "classica" è solo una tappa. La vera conoscenza è quella esoterica, acquisita seguendo precise regole di condotta sotto la guida di un maestro spirituale.

 

Un metodo profetico per educare la umma, Youssef Mounsif

Partendo da una lettura personale del Corano e della Sunna, il pensatore marocchino ‘Abd al-Salām Yāsīn ha elaborato un percorso formativo che ha un duplice scopo: il perfezionamento spirituale individuale e la missione storica della comunità dei credenti, a cui spetta la realizzazione terrena del messaggio dell'Islam.

 

Passato e presente delle scuole religiose sciite, Alessandro Cancian

Nello sciismo, la trasmissione del sapere avviene principalmente attraverso la hawza. Nei secoli quest'istituzione si è trasformata, fino a diventare un centro di formazione superiore specializzato e proiettato verso una spiccata internazionalizzazione.

 

Le Facoltà islamiche dei Balcani: un modello per l’Europa?, Enes Karić

Dopo il 1992, negli Stati della ex-Jugoslavia è cresciuto il bisogno di imam e insegnamenti di religione islamica. Per questa ragione sono nati diversi centri d'insegnamento superiore, alcuni dei quali mirano a diventare un punto di riferimento anche per i musulmani dell'Europa occidentale.

 

CLASSICI

 

Non è vera scienza se non è aperta a Dio, Michele Brignone

 

È la conoscenza che porta alla salvezza, Muhammad Naquib Al-Attas

Il mondo islamico ha assorbito dall'Occidente un'idea puramente utilitaristica del sapere. I musulmani devono ripensare la nozione stessa di conoscenza, partendo da una concezione integrale dell'essere umano e della sua relazione con Dio.

 

La rinascita dell’Islam comincia nelle università, Ismā‘īl al-Fārūqī

Le cause della decadenza del mondo islamico sono primariamente di ordine intellettuale. Per uscire dallo stato di crisi, i musulmani devono riformulare la conoscenza secondo una prospettiva islamica, liberandosi dell'influenza occidentale.

 

REPORTAGE

 

Viaggio alla scoperta della madrasa, Baptiste Brodard

Dopo essere stato messo in discussione dal riformismo, l'Islam tradizionale sta incontrando un rinnovato interesse. Non è raro che anche i musulmani europei si rechino in un Paese musulmano per ricevere un'educazione religiosa secondo i metodi ancestrali.

 

RECENSIONI

 

L’università che vuol formare un esercito di predicatori, Michele Brignone

La diffusione del wahhabismo attraverso gli istituti di insegnamento sauditi.

 

Donne in cerca del “vero” Islam, Chiara Pellegrino

Il fascino del salafismo tra le musulmane britanniche.

 

La vocazione missionaria del buon musulmano, Gabriele Maria Masi

Il movimento islamico Tabligh Jama'at, tra pratiche e discorsi sociali.

 

La sura della Caverna, simbolo del percorso sufi, Viviana Schiavo

Il cammino spirituale sufi spiegato da undici commentari coranici. 

 

Padri alle prese col mal di vivere dei figli, Emma Neri

Educazione, rapporti parentali e identità al centro dei film sulle due sponde del Mediterraneo.

 

 

COLOPHON

Rivista semestrale della Fondazione Internazionale Oasis

Anno XV, Numero 29, settembre 2019

 

Direttore Responsabile

Michele Brignone

 

Direttore scientifico

Martino Diez

 

Caporedattore

Chiara Pellegrino

 

Redazione

Viviana Schiavo

 

Consulenti editoriali

Rifaat Bader

Marco Bardazzi

Bernardo Cervellera

Camille Eid

Rafic Greiche

Claudio Lurati

 

 

 

Progetto grafico

Massimiliano Frangi

 

Impaginazione

Alessandro Frangi

 

Traduzioni dall’inglese, dal francese e dall’arabo a cura della redazione

 

 

 

Oasis è disponibile anche in inglese e francese

 

Prezzo di copertina €15,00

 

Abbonamento annuale Italia €25,00 [estero €35,00]

Abbonamento triennale Italia €65,00 [estero €85,00]

 

Oasis è disponibile anche in pdf ed epub

 

Abbonamento annuale digitale  €14,99 [2 numeri]

 

Informazioni su abbonamenti e numeri arretrati

oasis@fondazioneoasis.org

tel: +39 041 5312100/ +39 02 38609700

 

 

Stampato da

Logo s.r.l., Borgoricco (Padova)  

per conto di Marsilio Editori ‒Venezia

 

OASIS è una rivista transdisciplinare, di informazione culturale aperta a contributi di cattolici e non cattolici. Le opinioni liberamente espresse dagli autori degli articoli qui pubblicati non rispecchiano necessariamente gli orientamenti dottrinali della Fondazione Internazionale Oasis e vanno quindi considerate di esclusiva responsabilità di ciascun collaboratore.

 

Registrazione

Tribunale di Venezia n.1498 del 10/12/2004

 

www.fondazioneoasis.org

Facebook Twitter

 

Questo numero di Oasis è stato realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto: L’Islam in Italia. Un’identità in formazione.

Oasiscenter
Abbiamo bisogno di te

Dal 2004 lavoriamo per favorire la conoscenza reciproca tra cristiani e musulmani e studiamo il modo in cui essi vivono e intrepretano le grandi sfide del mondo contemporaneo.

Chiediamo il contributo di chi, come te, ha a cuore la nostra missione, condivide i nostri valori e cerca approfondimenti seri ma accessibili sul mondo islamico e sui suoi rapporti con l’Occidente.

Il tuo aiuto è prezioso per garantire la continuità, la qualità e l’indipendenza del nostro lavoro. Grazie!

sostienici

tag