close_menu
close-popup
image-popup

Lingue disponibili:
close-popup
Paypal
Carta di credito

Privacy policy

Sostienici
Newsletter
Rivista

Islam sunnita: malessere e rinnovamento

La ricerca di una nuova identità religiosa tra minaccia estremista, conflitti interni e pressioni politiche

Questo articolo è pubblicato in Oasis 27. Leggi il sommario

Ultimo aggiornamento: 30/11/2021 15:29:12

Copertina della rivista semestrale della Fondazione Internazionale Oasis, Anno XIV, Numero 27, luglio 2018

 

EDITORIALE

 

Aggiornare, riscoprire, reinventare: le opzioni del Sunnismo, Martino Diez

 

TEMI

 

La legittima pluralità dell’autorità sunnita, Sohaira Z. M. Siddiqui 

Nel Sunnismo, dopo la morte di Muhammad, non esiste alcun interprete infallibile della rivelazione. Ne deriva un pluralismo interpretativo che gli ulema hanno tentato di arginare, ma non di eliminare. 

 

Navigando in acque tempestose. Gli ulema e le rivoluzioni, Jakob Skovgaard-Petersen

Tornati al centro della scena religiosa e politica mediorientale, i chierici musulmani sono divisi tra il sostegno ai governanti sulla base della comune ostilità all'Islam politico e la contestazione del dispotismo in nome di una democrazia islamica.

 

I molti volti del Salafismo, Ahmad Wagih

A differenza dei loro precursori medievali, i salafiti contemporanei hanno sviluppato una contestazione radicale delle scuole giuridiche tradizionali. Il caso egiziano offre un chiaro esempio di questa evoluzione.

 

I Fratelli, riformatori gnostici dell’IslamTewfik Aclimandos

L'umanità è andata in perdizione, tranne pochi eletti. Il progetto onnicomprensivo di rigenerazione della comunità islamica sviluppato dalla Fratellanza si fonda su una visione dualisica della storia.

 

L’Arabia Saudita resterà wahhabita, Nabil Mouline

Nella sua visione riformatrice, Muhammad Bin Salman promette di tornare alla "moderazione" precedente al 1979. Ma è decisamente presto per parlare della de-wahhabizzazione del regno, dove gli ulema hanno sempre saputo adattarsi ai cambiamenti.

 

Il Medio Oriente al tempo del grande rimescolamento, Joshua Landis

L'intervento americano in Iraq ha avviato un'imponente riorganizzazione degli equilibri regionali, innescando una lotta tra diverse comunità religiose ed etniche. La Siria come paradigma.

 

Ma esiste davvero un “Sunnistan” iracheno?, Ibrahim al-Marashi

La fine del regime di Saddam ha gettato i sunniti arabi iracheni in un vuoto di rappresentanza, cavalcato abilmente dall'ISIS, che lascia oggi in eredità una giovane generazione "militarizzata" e "confessionalizzata".

 

La risposta del Libano alla violenza religiosa, Salim Daccache s.j.

Mentre alcuni intellettuali si confrontano sull'ondata jihadista, che ha destabilizzato anche il Paese dei cedri, le istituzioni islamiche libanesi sembrano resistere a questa minaccia.

 

 

CLASSICI

 

Tra ragione e testo, Martino Diez

 

Quando la divergenza è benedetta, Testi di Shāh Walī Allāh al-Dihlawī

Con felice sintesi, un pensatore indiano del Settecento racconta come è nato il diritto islamico e come si sono formate le diverse scuole giuridiche. Insegnando che, entro certi limiti, la diversità di opinioni non è una maledizione, ma una necessità.

 

 

REPORTAGE

 

Lavori in corso nell’Islam marocchino, Michele Brignone

Dopo gli attentati di Casablanca del 2003 la monarchia marocchina ha promosso una versione attualizzata dell'Islam malikita tradizionale. Il tentativo ha fatto i conti con molte resistenze e linee rosse. Ma avanza.

 

RECENSIONI

 

La nuova Arabia Saudita alla prova dei fatti, Chiara Pellegrino

Per capire il Regno non bastano le interviste in ginocchio.

 

Dove sta la debolezza dei progetti islamisti, Michele Brignone

Rigore ideologico e flessibilità pratica nell'Islam politico post-2011.

 

Afghanistan, la guerra impossibile, Claudio Fontana

Come l'assenza di obbiettivi chiari ha decretato il fallimento della campagna contro i Talebani.

 

L’altro che ti trasforma, Riccardo Paredi

L'appassionata lettera di un sacerdote milanese a Monsef, ragazzo partito per combattere il jihad in Siria.

 

No Woman, no DriveEmma Neri

Mentre i cinema riaprono a Riyadh, il regista marocchino Nabil Ayouch racconta Casablanca, città dei destini incrociati.

 

 

COLOPHON

 

Rivista semestrale della Fondazione Internazionale Oasis
Anno XIV, Numero 27, luglio 2018

 

Direttore Responsabile
Michele Brignone

 

Direttore scientifico
Martino Diez

 

Caporedattore
Chiara Pellegrino

 

Redazione
Claudio Fontana
Francesca Miglio
Riccardo Paredi

 

Consulenti editoriali
Rifaat Bader - Marco Bardazzi - Bernardo Cervellera - Camille Eid - Rafic Greiche - Claudio Lurati

 

Progetto grafico e impaginazione
Massimiliano Frangi

 

Traduzioni dall’inglese, dal francese e dall’arabo a cura della redazione

Oasis è disponibile anche in inglese, francese e arabo

 

Prezzo di copertina €15,00

Abbonamento annuale Italia €25,00 [estero €35,00]
Abbonamento triennale Italia €65,00 [estero €85,00]

Oasis è disponibile anche in pdf ed epub

Abbonamento annuale pdf  €14,99 [2 numeri]

Informazioni su abbonamenti e numeri arretrati
oasis@fondazioneoasis.org
tel: +39 041 5312100/ +39 02 38609700


Stampato da
Mediagraf  SpA, Noventa Padovana
per conto di Marsilio Editori in Venezia

OASIS è una rivista transdisciplinare, di informazione culturale aperta a contributi di cattolici e non cattolici. Le opinioni liberamente espresse dagli autori degli articoli qui pubblicati non rispecchiano necessariamente gli orientamenti dottrinali della Fondazione Internazionale Oasis e vanno quindi considerate di esclusiva responsabilità di ciascun collaboratore.

Registrazione
Tribunale di Venezia n.1498 del 10/12/2004

www.fondazioneoasis.org
Facebook Twitter

Questo numero di Oasis è stato realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo
Nell’ambito del progetto: Crisi e rinnovamento nell’Islam contemporaneo.

Oasiscenter
Abbiamo bisogno di te

Dal 2004 lavoriamo per favorire la conoscenza reciproca tra cristiani e musulmani e studiamo il modo in cui essi vivono e intrepretano le grandi sfide del mondo contemporaneo.

Chiediamo il contributo di chi, come te, ha a cuore la nostra missione, condivide i nostri valori e cerca approfondimenti seri ma accessibili sul mondo islamico e sui suoi rapporti con l’Occidente.

Il tuo aiuto è prezioso per garantire la continuità, la qualità e l’indipendenza del nostro lavoro. Grazie!

sostienici

tag